mercoledì 13 luglio 2016

Recensione: La città di sabbia di Laini Taylor


Prezzo: € 14,50
E-book: € 2,99
Pagine: 462
Editore: Fazi LainYa
Genere: YA - Fantasy

Karou ha abbandonato Akiva ed è tornata tra le Chimere, dove si occupa di far tornare in vita le Chimere. Karou non vuole sottostare al Lupo Bianco, lo odia, ma sa che non ha altra scelta se vuole aiutare il suo popolo. Tutto però non è ancora perduto, forse quella speranza che bruciava nel cuore di Akiva e Karou potrebbe tornare ad ardere e Chimere e Serafini vivere in pace oppure l'Imperatore e il fratello potrebbero decider di estendere ulteriormente la guerra...

Ho letto il primo volume di questa serie appena uscito 4 anni fa, mi aveva colpita e quando fu pubblicato il secondo volume non vedevo l'ora di scoprire cosa sarebbe successo a Karou e Akiva, ma poi non venne pubblicato il terzo volume ed io abbandonai la mia lettura. Per fortuna dopo 4 lunghi anni di attesa domani uscirà Sogni di mostri e divinità e così mi son decisa a terminare il secondo volume.
L'inizio è un po' lento, la storia fa fatica ad ingranare e personalmente o impiegato un po' a proseguire, ma piano piano tutto cambia, il ritmo diventa più veloce e finalmente la narrazione ingrana e ci si ritrova nuovamente persi in un vortice di emozioni e colpi di scena.
Qui troviamo una Karou più matura, più donna e che riesce a tener testa ai suoi nemici, che mette da parte i sentimenti e sceglie di aiutare quello che un tempo era il suo popolo e di farlo nonostante loro l'abbiano ferita brutalmente.
Vengono introdotti nuovi personaggi e si scopre qualcosa di più sui srafini: i vari capitoli si alternano tra racconti di Karou, di Zuze e Mik ed infine di Akiva e i suoi due fratelli. Tutte le varie storie si intrecciano, non risultano mai distaccate, anzi si nota quanto facciano parte l'una dell'altra, danno vita a quella che è una delle storie più struggenti mai lette.
Per fortuna in questo libro Akiva non ha un ruolo marginale, diviene uno dei protagonisti e finalmente mostra al lettura la sua natura, il suo animo e lo conduce non solo nel suo cuore ma anche nella sua mente!
Thiago è uno dei nuovi personaggi introdotti, è il Lupo Bianco, il capo delle Chimere e per tutto il libro lo si odia profondamente, si aspetta trepidanti di sapere che è stato ucciso e come avvoltoi sulla preda resterete lì in attesa sperando...
I fatti sono narrati tutti in terza persona e devo ammettere che personalmente preferisco questa scelta narrativa, perchè permette al lettore di assistere a più cose, senza il rischio di perdersi qualcosa e il coinvolgimento è sicuramente maggiore.
I luoghi in cui è ambientato il libro sono completamente diversi da quelli a cui ci eravamo abituati in La chimera di praga: la città lascia il posto al deserto marocchino e ai luoghi del mondo da cui provengono Chimere e Serfini: la Taylor descrive con cura molti luoghi e si ha spesso l'impressione di poterli vedere per davvero, poterli quasi toccare...
Ne la città di sabbia regnano il dolore, il tradimento, la morte e la rabbia e insieme danno vita ad un libro intenso, travolgente, coinvolgente ed emozionante, che fa volare il lettore verso la fine carico di speranza e lasciandolo invece a bocca aperta. 
Se La chimera di Praga vi aveva colpito al cuore con La città di sabbia cadrete ai piedi di Laini Taylor e vi ritroverete a desiderare di avere già tra le mani il nuovo volume. 
Preparatevi quindi a farvi strapazzare il cuore da una delle storie più fantastiche e romantiche che siano mai state scritte negli ultimi anni!
Ogni singolo colpo di scena vi porterà a diventare ancor più dipendenti da questa storia che ha dell'incredibile. La Taylor sa come catturare l'attenzione del lettore, quali corde stuzzicare per renderlo dipendente di una storia e con il suo stile fresco, mai complesso e un ritmo narrativo in crescita riesce a non annoiare mai chi legge, imprigionandolo tra le sue pagine, facendogli perdere la testa per Karou e Akiva.





















3 commenti:

  1. Sembra un libro bellissimo! Non vedo l'ora di iniziare la serie, sperando che il terzo libro sia all'altezza delle aspettative di ognuno! Ho dei problemi con il terzo libro delle trilogie, purtroppo! I primi due mi sembrano molto belli, speriamo! *-*

    RispondiElimina
  2. Bella recensione! Devo dire che questa trilogia non mi ispira particolarmente. Le cover non mi invogliano a prenderla, però leggendo tutte le recensioni entusiaste che sta ricevendo inizio ad incuriosirmi. Credo che alla fine cederò! :)

    RispondiElimina
  3. Credo che ormai sia la trilogia più seguita del momento. Devo assolutamente leggerlo anche io, e complimenti per la bellissima recensione

    RispondiElimina