giovedì 25 agosto 2016

Recensione: I segreti della casa sul lago di Kate Morton


Prezzo: € 19,90
E-book: € 9,99
Pagine: 528
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa

"All'inizio, appena era successo, aveva pensato di confessarlo a qualcuno. Ma adesso era tardi. Erano successe troppe cose. Non c'era nessuno con cui potesse parlarne; non l'avrebbero mai perdonata."
Giugno 1933. La casa di campagna della famiglia Edevane è pronta per la festa del Solstizio e Alice, sedicenne brillante, curiosa, ingenua e precoce scrittrice in erba, è particolarmente emozionata. Sarà una festa bellissima e lei è innamorata, anche se nessuno lo deve sapere.
Ma quando arriva mezzanotte, mentre i fuochi d'artificio illuminano il cielo scuro, il piccolo Theo Edevane, che non ha ancora un anno, scompare.
E la tragedia spinge la famiglia a lasciare per sempre la casa tanto amata.
Settant'anni più tardi, dopo essere stata sospesa dalla polizia per non aver rispettato le regole, Sadie Sparrow decide di prendersi una pausa di riflessione e raggiunge l'amatissimo nonno in Cornovaglia.
Quando è già sul punto di lasciarlo per tornare ad affrontare i propri demoni, Sadie scopre una casa abbandonata, circondata da giardini incolti e da una fitta boscaglia.
Dove un bambino era scomparso senza lasciare traccia.
Per risolvere il mistero, Sadie incontrerà l'unica testimone rimasta, una delle più famose autrici inglesi, Alice Edevane.
Che le rivelerà un segreto del passato… più presente che mai.
I segreti della casa sul lago è una storia romantica, travolgente e sorprendente, nella quale Kate Morton mescola vite e segreti, luoghi favolosi e atmosfere cariche di mistero nel modo avvolgente e incantevole che milioni di lettori hanno imparato ad apprezzare.




Un posto magico e meraviglioso nascosto alla vista di molti dove la vita sembra scorrere diversamente. La Cornovaglia fa da sfondo ad una famiglia all'apparenza perfetta che sarà sconvolta da una terribile tragedia. Il piccolo Theo scompare e non sarà mai ritrovato. Da quel momento tutto comincerà irrimediabilmente a rovinarsi e a cambiare.
Dopo 70 anni Sadie si imbatterà per puro caso in questo caso irrisolto e si dedicherà anima e corpo alla sua soluzione cercando così di porre rimedio a errori commessi nel suo lavoro di detective della polizia.
I personaggi principali dell'epoca sono la Fam. Edevane composta dalla posata e delicata Deborah, dalla vivace Alice sedicenne con il talento per la scrittura; la scatenata Clementine "Clemmie" che adora i giochi spericolati e non da "signorina, il piccolo Theodore "Theo" ,la madre Eleanor bellissima e dal carattere severo e quasi austero, il padre Anthony perso nei suoi studi naturalistici ma affettuoso e partecipe ai loro giochi, la nonna Constance deShiel paragonabile alla peggior specie di arpia e il signor Llewellyn , eccentrico e fidato amico di famiglia.
Questi sono i protagonisti della storia ambientata negli anni 30 a cui si deve aggiungere la detective Sadie che durante una vacanza forzata si imbatte in questo caso irrisolto di ben 70 anni prima.
Verrebbe da pensare che con questa moltitudine di personaggi la storia sia molto ingarbugliata o complessa ma l'autrice riesce a destreggiarsi abilmente tessendo una trama ricca di particolari e di "indizi".
La famiglia Edevane è all'apparenza una famiglia perfetta con una vita idilliaca nella riservata e tranquilla tenuta di Loeanneth. Un paradiso nascosto ad occhi indiscreti dove trascorrono i mesi estivi e dove purtroppo il piccolo Theo scompare.
I personaggi femminili sono i più caratterizzati ed interessanti mentre quelli maschili servono perlopiù da supporto e per dare veridicità al tutto.
La trama si rivela avvincente e coinvolgente ed è stupefacente che ognuna delle protagoniste ha una propria teoria sull'accaduto e dei segreti da nascondere proprio su di esso. 
Tra rimorsi, silenzi, e l'avvento della seconda guerra mondiale, la famiglia subirà altri lutti disperdendosi irrimediabilmente.
Sadie si ritroverà ad indagare sugli eventi dell'epoca un po' per noia ed un po' per curiosità. 
Un caso complicato l'ha messa in difficoltà e le fa dubitare del suo istinto investigativo e si mette alla prova con il "mistero Edevane" cercando un riscatto, una conferma di essere brava nel proprio lavoro.
Il libro scorre magnificamente e nonostante le numerose pagine non si fa fatica a finirlo in poco tempo. 
La suspance fino alla fine è alta ma non ho apprezzato affatto il finale, purtroppo le ultime 30 pagine sembrano voler chiudere la storia frettolosamente e in maniera "buonista" rovinando la magia che l'ha pervaso sin dall'inizio.
Quando un libro lo trovo così ben scritto mi spiace dover dare votazioni basse per un finale scontato e "già letto"... un vero peccato perchè il livello del libro è veramente alto.
Premetto che io sono particolarmente critica e sicuramente la maggior parte dei lettori lo adorerà, questo romanzo li porterà in un angolo della meravigliosa Cornovaglia dove sembra esistere veramente l'Eden degli Edevane.
Lo consiglio per chi cerca un buon libro con un pizzico di mistero e spera che tutto vada per il meglio.




 

5 commenti:

  1. la trama è molto coinvolgente quasi da far venire i brividi. Credo che sia un ottimo libro da leggere peccato per il finale banale. ma sicuramente un buon libro da leggere

    RispondiElimina
  2. Non ho ancora letto questo libro, ma l'ho già acquistato perchè ne ho letti altri di Kate Morton che mi sono piaciuti tantissimo (Una lontana follia, Ritorno a Riverton Manor e Il giardino dei segreti). Trovo i suoi libri sempre avvincenti e appassionanti, pieni di suspance. Peccato per questo voto così basso, presto lo leggerò anch'io, sono curiosa

    RispondiElimina
  3. @Silvia il libro meriterebbe un cinque ma il finale secondo me ha abbassato il livello parecchio. Sembra quasi che sia stato modificato all'ultimo per "far contenti tutti". Il libro non è per nulla melenso ma il finale sì! Le aspettative dopo 500 pagine meravigliose erano ben altre-
    Comunque ammetto che sono molto critica, anche troppo, e son consapevole che ad altri piacerà in pieno finale compreso. ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero, ognuno ha i suoi gusti e lo stesso libro può piacere o non piacere. Magari quando lo leggerò anch'io rimarrò delusa dal finale, quando si legge qualcosa di un autore che piace molto si hanno sempre aspettative molto alte. Ti farò sapere!!

      Elimina
  4. Mi ispira!! Peccato che il finale non ti sia piaciuto, dato che dici che si meriterebbe molto di più! :\

    RispondiElimina