mercoledì 31 agosto 2016

Recensione: La mia strada sei tu di Isabelle Broom



Prezzo: € 12,90
E-book: € 6,99
Pagine: 388
Editore: Giunti
Genere: Romance

Holly ha quasi 30 anni, un lavoro che non le piace, un fidanzato che la fa stare bene e una vita costruita sulle bugie, in cui lei indossa una maschera nascondendosi agli altri. Un giorno riceve una lettera da una zia di cui non era a conoscenza e si ritrova proprietaria di una casa sull'isola di Zacinto. 
Holly decide di recarsi in Grecia per sistemare la casa e provare a venderla, ma quando arriva sull'isola non immagina che la sua vita sta per cambiare e che ritroverà un passato di cui era all'oscuro...


Non so da dove cominciare a parlare di questo libro, che non è semplicemente una storia da leggere ma anche da vivere, annusare, guardare e assaporare, perché la Broom è stata capace di rendere reale ogni singola cosa che descriveva facendola percepire come reale al lettore.
Definire La mia strada sei tu un romance è riduttivo, poiché la storia d'amore è solo lo sfondo di tutta la storia, la ciliegina che va a rendere ancora più speciale la lettura, che in se è già molto accattivante e coinvolgente.
Holly è una ragazza dolce, con un passato doloroso e un segreto che le lacera l'anima, la tormenta e non le permette di esser se stessa, facendola vivere nella paura e nella vergogna. Quando Holly arriva a Zante qualcosa cambia, viene subito investita dalla calma e dalla tranquillità dell'isola e dei suoi abitanti, si lascia andare e pagina dopo pagina conduce il lettore a fare un bellissimo giro turistico, alla scoperta di luoghi meravigliosi, sapori nuovi e di persone dall'animo allegro.
Capitolo dopo capitolo assistiamo al cambiamento in Holly, che inconsciamente inizia un percorso di riscoperta e ripercorrendo i passi della madre e della zia riesce a ricostruirne la storia, ritrovando nei ricordi della gente una madre affettuosa, una ragazza spericolata, ma anche molto egoista e gelosa... 
Una nota di merito va ad Aiden, il coprotagonista di questa storia, il vicino di casa di Holly a Zante: un uomo che come lei ha sofferto, ma che non ha però paura di lasciarsi andare, che ha compreso che la vita è da vivere fino in fondo e che nonostante tutto bisogna rischiare, che apprezza la bellezza delle piccole cose e che riesce a leggere nel profondo di Holly... 
Quello di Holly è un viaggio verso il cuore, per ritrovare il proprio io e abbattere i muri costruiti in tanti anni: la Broom ci racconta una storia dolcissima, ma con sfumature dolorose che lasciano l'amaro in bocca e con maestria ci descrive non solo i meravigliosi paesaggi di Zante, ma ci trasporta direttamente sull'isola, facendoci sentire sulla punta della lingua il sapore dei cibi assaggiati da Holly, facendo vibrare le corde del nostro cuore e emozionandoci con infinita dolcezza, senza mai annoiare. Holly insegna al lettore che amare è facile, il difficile è lasciare andare, anche quando ci si accorge che l'amore è finito e si dovrebbe andare avanti e voltare pagina, ma gli insegna anche che la vita va goduta, che non si deve aver paura di mostrarsi e che spesso si smette di ascoltare il cuore e si perde di vista ciò che desideriamo davvero.
Lo stile della Broom è fluido, ricco di descrizioni, i suoi personaggi sono vivi, reali e con personalità forti, concrete e soprattutto credibili.
La mia strada sei tu è un libro che riesce a portare il lettore in un altro paese e non solo con la fantasia, sfogliandolo si ha l'impressione di vedere i colori chiari della Grecia, le sue casette bianche e basse, l'odore dei cespugli di mare e il sapore della feta... Vivrete con Holly mille emozioni e alla fine resterete a bocca aperta per il finale, che in un certo senso è inaspettato e che personalmente ho trovato davvero azzeccato, degna conclusione di un libro che parla di rinascita e speranza.






3 commenti:

  1. La copertina la trovo molto bella anche se non ha molti elementi, mi piace moltissimo tutto quel celeste, la trama non mi convinceva molto, ma leggendo la recensione lo trovo molto carino, anche il personaggio mi convince e sicuramente un libro da leggere. complimenti per la recensione.

    RispondiElimina
  2. Ommioddio voglio assolutamente leggerlo! Penso che potrebbe proprio fare al caso mio! Chi lo sa, magari lo leggerò proprio questo mese! *-*
    Grazie!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Rory, di solito sono sempre aggiornata con le uscite Giunti, ma questo libro mi è sfuggito! Copertina bellissima e storia che mi ha incuriosita. Mi sa che ho trovato un altro libro da comprare XD

    RispondiElimina