giovedì 22 settembre 2016

Libri da mangiare [Novità] Di Olio in olio di Trenta Editore



Di Olio in Olio Tutte la varietà da usare in cucina

Titolo: Di Olio in Olio. Tutte le varietà da usare in cucina
Curatrice: Mariaelena Gorini
Anno di pubblicazione: settembre 2016
Pagine: 128
Prezzo di copertina: 19,00 euro
Lingua: italiano e inglese


Passare tempo in cucina a provare nuove ricette e abbinamenti alternativi è sempre divertente. Perché allora non partire proprio dall’olio? Buono e insostituibile l’olio d’oliva ma le varietà di oli di semi vegetali da usare in cucina sono tanti, alcuni dei quali poco conosciuti. Quale sapore potrà avere un’insalata condita con olio di canapa? Oppure le polpette preparate con olio di soia? E cosa dire dei dolci preparati con l’olio di noci e nocciole? Di olio in olio. Tutte le varietà da usare in cucina è il libro che potrà soddisfare molte delle vostre curiosità.
Un viaggio completo che parte dalla storia della pianta d’olivo per arrivare alla notadieta mediterranea. Si prosegue con una carrellata sugli oli vegetali, come quelli di vinaccioli, canapa e lino - giusto per fare qualche esempio - ricchi di buone proprietà nutrizionali e gli oli aromatizzati, prodotti sempre più richiesti per insaporire le pietanze. Un percorso interessante, corredato da spiegazioni e
chiarimenti sulla coltivazione e sulla lavorazione, che porta alla luce molte tipologie capaci di far scatenare la creatività culinaria di tutti, oltre a dare un tocco originale di gusto alle ricette più tradizionali.
Il libro è suddiviso in 2 macro capitoli: il primo, a sua volta, è ripartito tra olio di
oliva, oli di semi, oli aromatizzati con una sezione dedicata all’utilizzo dei diversi
oli a crudo o in cottura; il secondo capitolo, invece, è dedicato alle ricette,
raggruppate in base agli oli utilizzati, quali olio d’oliva, di lino, di zucca, di canapa, di sesamo, di girasole, di soia, di vinaccioli, di noci e nocciole, di avocado e di mais. In chiusura utili consigli per fare un’insuperabile frittura!
Il libro è disponibile anche in lingua inglese: From Olio to Oil. Cooking with
different varieties.

UNA RICETTA TRATTA DAL LIBRO




Crostata integrale con fichi e lamponi

Ingredienti per 4 persone
150 g di burro ammorbidito
230 g di farina di farro integrale
150 g di zucchero integrale
100 g di farina di nocciole arrostite
2 uova
spezie miste (vaniglia, scorza di limone, cannella, chiodi di garofano macinati)
10 g di lievito chimico
15 g di olio di nocciole
sale
150 g di confettura di albicocche
300 g di fichi freschi
30 g di lamponi

Mescolate il burro morbido, l’olio di nocciole e lo zucchero, fino a quando risulterà una crema montata; per questa operazione si possono usare le fruste piatte del frullino elettrico o la foglia dell’impastatrice.
Aggiungete i 2 tuorli continuando a montare il composto, di seguito aggiungete gli albumi e la farina di nocciole, amalgamate fino a ottenere una pasta morbida e omogenea. Unite anche la farina, precedentemente miscelata al lievito setacciato, e le spezie. Preriscaldate il forno a 165°.
Imburrate uno stampo per crostata di 22 cm di diametro e riempite un sac à poche con l’impasto appena ottenuto: iniziate a disegnare una spirale grossa 5 mm di diametro a partire dal centro fino a ricoprire tutta la superficie dello stampo.
Fate un giro sopra l’estremità del disco di pasta che avete appena disegnato per
formare i bordi. Spalmate la confettura di albicocche, tagliate i fichi freschi a metà e adagiateli sulla superficie aggiungete i lamponi, schiacciate leggermente i bordi di frolla e infornate per 40–45 minuti a circa 165°.

- mi ispira molto e appena recupero tutti gli ingredienti credo proprio che la proverò!- Eva


LA CURATRICE


Mariaelena Gorini originaria di Venezia, si occupa di food dal 2008. Inizia come
pasticcera e coltiva la sua passione fino a diventare docente di Istituto Alberghiero.
Attualmente vive e lavora a Torino dove organizza corsi di cucina per diffondere la cultura di un’alimentazione semplice, sana e naturale. È attiva nella rete grazie al suo blog “La cucina di G” e collabora con scuole e associazioni del territorio per fornire supporto e consulenza in materia di alimentazione. La sua vocazione esterofila, unita all’amore per l’Italia, la porta a concepire uno stile creativo che coniuga tradizioni e saperi diversi al fine di trovare nuovi punti in comune.


Nessun commento:

Posta un commento