giovedì 24 novembre 2016

Recensione: The Siren di Kiera Cass


Prezzo: € 17,90
E-book: € 5,42
Pagine: 289
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Young Adult Fantasy


Nel 1933 la nave su cui viaggiava Kahlen con la sua famiglia naufraga e lei è l'unica sopravvissuta, lei è stata scelta da Madre Oceano per diventare una delle sue sirene e da quel giorno Kahlen per il mondo non esiste più, non può parlare in pubblico e quando lo fa è solo per cantare un canto di morte...
2013 - dopo 80 anni per Kahlen essere una sirena è sempre più difficile e quando per la prima volta scoprirà di potersi innamorare ed esser felice tutte le sue certezze e tutto il suo mondo inizieranno a crollare; Riuscirà Kahlen a salvare lei e il ragazzo che le ha rubato il cuore?

Ho scoperto questa autrice grazie a The Selection e nonostante i mille pareri discordanti a me lei piace ed è piaciuta molto anche l'intera saga, quindi quando Sperling ha comunicato l'arrivo di questo nuovo libro la mia felicità ha toccato le stelle!
Sirene... si son scritti molti libri sulle sirene, ma questo ha qualcosa di diverso, perché ci mostra la solitudine di una sirena, il suo dolore e soprattutto la sua maledizione!
Come ho detto probabilmente la storia non è delle più originali, ma il modo in cui viene raccontato il tutto e anche se la lettura a tratti è più lenta nel complesso Th Siren è uno di quei libri che si lasciano leggere, che con calma portano il lettore alla fine... Un po' come il lento sciabordio delle onde!
Le protagoniste principali di tutta la storia sono le Sirene, il resto è un piacevole contorno, la stessa storia d'amore è in realtà in secondo piano, perchè tutto alla fine è incentrato su Kahlen e su come dopo 80 anni si sente, cosa prova ad ogni nuovo canto e soprattutto quanto sta perdendo anno dopo anno.
Forse poiché la Cass si è concentrata molto su Kahlen e le sue sorelle la storia risulta un po' triste e l'attenzione è spostata sulla tristezza e le mancanze che attanagliano il cuore delle tre sirene, che quando hanno accettato la salvezza da parte di Madre Oceano non immaginavano quanto sarebbe stata dolce la morte.
Ogni singola sirena ha una sua storia, un suo piccolo segreto o un grande dolore, ognuna di loro custodisce un pezzettino della vecchia vita a cui si aggrappa, ma non sempre questo è sufficiente a donar la forza necessaria ad andare avanti.
La storia d'amore è dolce, romantica e viene vissuta dal lettore con molto trasporto, ci si avvicina piano piano e la si assapora... L'amore avrà un ruolo fondamentale nella vita di Kahlen, anche se più di una volta vi domanderete come farà ad inseguire i suoi sogni.
La Cass ancora una volta stupisce, fa innamorare e anche un po' piangere, non risparmia il lettore, non gli da solo cose belle, ma lo porta in un mondo dove il dolore e le lacrime sono padroni incontrastati, dove sia le Sirene sia Madre Oceano sono vittime e ognuna a suo modo è anche un po' egoista.
I personaggi son ben delineati, la loro mente viene sondata nel profondo e ci vengono fornite molte informazioni utili a comprendere meglio ogni azione ed ogni singolo personaggio.
Per i fan della Cass The Siren è senza dubbio un grande regalo, il grande ritorno di un'autrice che in passato ci ha fatto sognare e sospirare! Per chi invece non la conosce ancora questo è sicuramente un ottimo punto di partenza!






4 commenti:

  1. Ciao Rory,
    a me la serie The Selection mi era piaciuta molto; il mondo marino mi ha sempre intrigato ma non sempre ho trovato libri che mi colpissero. Non vedo l'ora di poter leggere questa nuova avventura scritta dalla nostra Cass!

    RispondiElimina
  2. Io lo leggerò a breve e sono contenta di leggere pareri positivi al riguardo, anche perchè la Cass mi era piaciuta con la trilogia The Selection, mentre ho storto un po' il naso con The Heir e The Crown, quindi spero proprio di poter riscattare la delusione con questa lettura! :)

    RispondiElimina
  3. Lo leggerò sicuramente, anche perchè ne parlano tutti bene!

    RispondiElimina
  4. Anche questo è in WL, sì, primo perché ho iniziato a leggere la serie The Selection della stessa autrice e la trovo gradevole. Trovo che il suo stile di scrittura sia fresco e leggero.
    xoxo Connor

    RispondiElimina