mercoledì 21 dicembre 2016

[BlogTour]: La spia del mare di Virginia De Winter: Speciale Venezia - Arte


Buon Mercoledì ColorLettori,

oggi tappa speciale per questo BlogTour dedicato al nuovo libro di Virginia De Winter: alcuni dei blog partecipanti vi parleranno di alcuni aspetti interessanti della Venezia del 1700!

Io personalmente vi parlerò un pochino dell'arte!

Il 700 è un secolo molto importante per la pittura veneziana, vengono ripresi molti dei temi che hanno caratterizzato il Rinascimento e protagonisti assoluti sono l'uomo, la donna e i paesaggi in generale.



Tra i pittori dell'epoca ricordiamo Giambattista Tiepolo: molte ville e chiese tra Venezia e Vicenza custodiscono i suoi meravigliosi affreschi.
Le sue opere sono caratterizzate da una luce particolare, fredda e anche un po' fantastica, ma anche molto suggestiva.

Questo quadro è Il trionfo di Aureliano del 1718 ca.





Di sicuro molto più conosciuto è Canaletto, un pittore ed incisore che dedicò le sue opere ai paesaggi e all'architettura.
Caneletto stava molto attento a scegliere un preciso momento della giornata per dipingere per avere una determinata e ben precisa luce.

i suoi quadri sembrano vere e proprie fotografie ed hanno un qualcosa che le rende a dir poco perfette!


Canaletto fu uno dei più grandi rappresentanti del Vedutismo Veneziano, in cui il paesaggio e la natura sono i veri protagonisti delle opere pittoriche.


Sempre in questo periodo hanno un certo successo gli artigiani veneziani, che conquistano con i precisi lavori di intaglio, gli stucchi dorati e per le meravigliose lacche.

In questo periodo iniziano a prender sempre maggior spazio i vetrai di Murano.










Per quanto riguarda invece l'architettura nel 700 é fortemente influenzata da Andrea Palladio, famoso architetto veneto del Rinascimento e si é sempre più vicini al Neoclassicismo.
















La scultura è molto legata al tardo barocco e trq tutti un nome spicca maggiormente: Giovanni Maria Morlaiter.

Le opere di Morlaiter sono molto curate, i drappeggi sembrano reali e viene voglia di toccarli.

Morlaiter sperimentava, metteva in varie posizioni le sue opere e studiava così con più facilità i suoi clienti, riuscendo a capire cosa desiderassero.








QUI  trovate le tappe precedenti e il regolamento per aggiudicarvi una delle due splendide maschere in palio!




2 commenti:

  1. Bella tappa! Venezia e l'arte sono praticamente sinonimi... che meraviglia! *__*

    RispondiElimina
  2. Molto belli i quadri di Canaletto! E poi il modo in cui gli artisti veneti utilizzano i colori è qualcosa di spettacolare *-*

    RispondiElimina