venerdì 30 dicembre 2016

Recensione: First - La mia prima volta di Laurie Elisabeth Flynn


Prezzo: € 9,90
E-book: € 2,99
Pagine: 320
Editore: Newton Compton
Genere: YA Romance

Mercedes ha 16 anni, vive con la madre ed oltre ad andare a scuola ed essere una delle migliori qualche volta la sera si prodiga ad aiutare ragazzi vergini a perdere la propria verginità e a diventare così un pochino più esperti. Tutto sembrerebbe filare liscio fino a quando Mercy finisce per commettere un passo falso e il suo mondo crolla in un istante!

Appena uscito questo libro ha destato subito la mia curiosità, la trama era insolita e mi dava l'idea di qualcosa di nuovo, diverso e inaspettato e in effetti dopo averlo letto posso dire che almeno per quanto riguarda la trama è davvero originale.
La storia è raccontata in prima persona da Mercedes e fin dalle prime pagine il lettore viene subito introdotto nella vita della protagonista, che in maniera fredda e distaccata racconta come si prepara alla sua notte di sesso con un ragazzo vergine, fidanzato con un'altra... Mercedes è un'adolescente bisognosa d'affetto, il padre l'ha abbandonata da piccola e la madre ė troppo presa da se stessa per vedere al di là del suo naso e tutto questo fa si che Mercedes diventi fredda, distaccata, piatta, quasi annoiata e tutto ciò si rispecchia perfettamente nel modo in cui descrive le sue giornate e su come si rapporta con gli altri e con la vita.
Devo ammettere che un buon 70% del libro risulta molto freddo e privo di emozioni, fatta eccezione per i momenti in cui compare Zach, l'amico di letto del mercoledì di Mercedes: tutto rispecchia la vita della protagonista, trasmettendo al lettore un certo senso di disagio. Mercedes è una di quelle protagoniste difficili da comprendere, che parla al lettore come se volesse chiedere aiuto, ma che non riesce a lasciarsi andare e a far uscire il segreto che le pesa sul cuore e che l'ha fatta diventare quello che è, che si nasconde dietro mille giustificazioni per illudersi che ciò che fa è a fin di bene, per una buona causa e che nessuno mai lo scoprirà.
Una storia non facile da leggere quella che ci propone Laurie Elisabeth Flynn, che con semplicità e senza giri di parole mette nero su bianco la vita che purtroppo troppo spesso conducono gli adolescenti: disinibiti, senza regole, bulletti capaci di rovinare la vita ad una persona solo perché annoiati, ragazzini che sono solo parole e che al momento dei fatti sono incapaci di esser coerenti con le proprie idee e che prendono il sesso come un gioco, senza rendersi veramente conto che se fatto alla leggera ha delle conseguenze devastanti sulla vita loro vita. In First - La mia prima volta non mancano certo i temi caldi tipici della nostra epoca, forse ne sono stati messi un po' troppi, ma alla fine vengono affrontati uno per uno e analizzati con cura.
Vi dico già che se state cercando una lettura leggera, frivola e che vi faccia battere il cuore a mille questo non è il libro adatto, perché come vi ho già anticipato la narrazione rispecchia in gran parte lo stato d'animo della protagonista; noioso, monotono, freddo distaccato, privo di sentimenti ed emozioni... L'unica nota colorata nel grigio mondo di Mercedes è Zach, i cui stati d'animo e i sentimenti traspaiono nonostante sia sempre Mercedes a parlare dei loro momenti insieme. 
Quando verso la fine tutto l'elaborato mondo creato da Mercy crolla e lei si rende conto che si era solo illusa che nessuno avrebbe mai fatto parola di ciò che accadeva nella sua stanza ecco che finalmente fuoriuscire i sentimenti, che come in un'esplosione invadono sia lei sia il lettore: rabbia, dolore e amore si mischiano e mostrano il dramma interiore in cui per anni ha vissuto Mercedes.
Una lettura difficile, che a tratti potrebbe anche annoiarvi, ma che in realtà ha molto da dare a chi legge, che parla del mondo degli adolescenti e lo fa con la stessa semplicità con cui spesso i ragazzi d'oggi affrontano il mondo.
First - la mia prima volta è libro d'esordio di Laurie Elisabeth Flynn e personalmente l'ho apprezzato molto, naturalmente dovete sempre tener presente che è un Young Adult e che è rivolto ad un pubblico giovane, ma può esser comunque letto anche da un adulto.








1 commento:

  1. Buondì! :3
    Ma sai che l'ho iniziato giusto giusto ieri sera? Conto di finirlo in giornata!
    Io non sono nemmeno a metà, però mi sta piacendo e, come hai detto tu, la trama è originale. Secondo me a chi ama il genere Young Adult potrebbe piacere moltissimo (me compresa!).

    RispondiElimina