giovedì 2 febbraio 2017

Recensione: L'incastro (im)perfetto di Colleen Hoover


Prezzo: € 12,90
E-book: € 4,99
Pagine: 352
Editore: Leggereditore
Genere: Romance - New Adult

Quando Tate e Miles si incontrano tra loro è subito evidente una forte attrazione, ma nessuno dei due è pronto per qualcosa di più e così fanno un patto: diventare "amici di letto", niente sentimenti e niente coinvolgimento. Ma si può veramente restare distaccati? Si può evitare di farsi coinvolgere? Man mano che il tempo passa il loro legame cambia, ma Miles porta dentro di se un segreto che ancora non riesce ad affrontare... Riuscirà Miles ad amare ancora? Riusciranno Tate e Miles ha trovare la loro strada insieme?


Ho scoperto tardi Colleen Hoover, ne ho sentito parlare, so quanti libri ha pubblicato in Italia e tutte le mie amiche per mesi e mesi mi hanno ripetuto che dovevo assolutamente leggere qualcosa di suo e così quando è uscito 9 Novembre ho deciso di provarci ed è stato amore a prima vista ed ora voglio recuperare tutte le letture perdute.
L'incastro (im)perfetto ha confermato con forza la mia passione per questa autrice, che riesce con le sue parole a scrivere poesia ed a parlare d'amore arrivando dritta ai cuori dei suoi lettori.
La storia è raccontata a due voci da Tate e Miles, solo che mentre Tate ci parla del suo presente Miles ci racconta di ciò che gli è accaduto sei anni prima e lo fa con frasi brevi, concise e che trasmettono al lettore un certo disagio, ansia e anche dolore.
La storia tra Tate e Miles non è facile, perché dicono di non volersi far coinvolgere, si trattano come se non fossero amici, ma purtroppo i sentimenti non sono un qualcosa che si può spegnere grazie ad un interruttore, non si può davvero decidere di non innamorarsi o di non farsi coinvolgere e così pagina dopo pagina restiamo fermi ad osservarli, li guardiamo mentre si feriscono, si prendono, si lasciano e impassibili attendiamo di vederli per sempre insieme.
È letteralmente impossibile tentare di non farsi coinvolgere dalla storia dei due protagonisti, si finisce per innamorarsi insieme a loro, a piccoli passi e provando quella fitta al cuore che provano loro. 
Ho amato moltissimo il personaggio di Miles, certo si capisce fin da subito che qualcosa del suo passato lo ha segnato profondamente e quando si comincia a leggere la sua storia si fanno subito mille congetture e tutte portano allo stesso punto, comprendendo cosa potrebbe esser successo, ma senza veramente esserne sicuri e infatti quando finalmente il suo racconto volgerà alla fine per poter poi tornare al presente ecco che il lettore resta senza parole, con gli occhi umidi di lacrime e un buco nel petto.I capitoli dedicati a questo personaggio sono scritti in maniera differente, come dicevo vengono usate frasi brevi e ad ogni farse si va a capo, in questo modo tutto è più incisivo e quello che vive e prova è forte, reale, solido: ho apprezzato molto la scelta dell'autrice di raccontarne il passato in questo modo, perché anche a livello visivo da l'impressione di esser sul bordo di un precipizio o costantemente in apnea senza riuscire a prender fiato.
La Hoover parte subito con una storia tra i due protagonisti, quindi non vi è quella solita attesa tipica dei romance in cui pagina dopo pagina li osserviamo mentre si incontrano scontrano, si studiano, si corteggiano e alla fine si innamorano: qui vanno subito dritto al punto, anzi al letto e tutto quello che accade tra loro e intorno a loro lo racconta Tate, mentre Miles sembra restare in disparte, distaccato e con un pezzo di ghiaccio al posto del cuore. 
Miles vive per tutto il libro senza vivere davvero, perso tra dolore e sensi di colpa, troppo spaventato e troppo ferito per comprendere che anche lui merita di essere felice, ma piano piano lo osserveremo aprirsi, cambiare e lotterà per restare nel buoio in cui si è messo in punizione, ma alla fine qualcosa lo porterà a lasciar entrare di nuovo la luce.
Tate è adorabile, sa esser dolcissima ma anche molto forte, ha una lingua tagliente e sa come tenere a bada gli uomini, tra cui suo fratello maggiore Corbin, che è iperprotettivo e tende ad intromettersi troppo, senza rendersi conto che Tate sa cavarsela benissimo da sola!
Il suo è un personaggio in continua evoluzione, quello che ci parla di quello che accade con Miles, di quello che condividono e di come lui appare. È attraverso i suoi occhi che il lettore si innamorerà ed è sempre insieme a lei che proverà rabbia e delusione.
L'incastro (im)perfetto parla di un amore grande, immenso, doloroso, un amore che ha lasciato ferite profonde nell'animo di uno dei due protagonisti e che ora non riesce a trovare il suo posto nel presente, ma parla anche di speranza, di seconde possibilità e di riuscire a tornare a vivere, a guardare il sole e sorridere... 
La Hoover ha uno stile unico, che trafigge, che con la sua semplicità conquista e fa perdere il lettore, lo fa volare in alto e gli mostra i tanti volti della vita e dell'amore. Stile e lingiaggio sono fluidi, non ci si annoia mai, si resta sospesi tra le vite dei protagonisti e si finisce per fare le ore piccole per riuscire a capire, per poter sapere cosa accadrà e se il lieto fine esiste per tutti.
Una lettura unica, che mi ha spezzato il cuore, me lo ha ridotto in brandelli, per poi rimetterlo insieme e fargli fare le capriole.








4 commenti:

  1. Quanto ho amato Miles! ♥
    Romanzo meraviglioso, il primo approccio con la Hoover non si scorda mai e questo è stato il mio battesimo! XD

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione, Rory
    E' in assoluto uno dei miei libri preferiti, i personaggi ti restano talmente tanto nel cuore che a distanza di tempo ne senti la mancanza.
    Come hai detto tu, la Hoover ha uno stile unico,
    riesce inevitabilmente a farti sentire sulla pelle ogni sensazione descritta pagina dopo pagina.

    Baci
    Eleonora C
    LA BIBLIOTECA DELLA ELE

    RispondiElimina
  3. Questo è il primo libro che ho letto della Hoover e mi ha appassionata talmente tanto che, pur essendo in lingua originale, l'ho finito in un solo giorno. È stupendo il modo in cui riescono ad emozionarti le sue storie! Io la adoro!!! <3

    RispondiElimina
  4. Più passa il tempo e più mi convinco che appena ne avrò la possibilità acquisterò almeno un libro di questa autrice di cui non ho mai letti nulla!
    xoxo Connor

    RispondiElimina