giovedì 23 marzo 2017

[BlogTour] Tredici di Jay Asher: Tappa #2 - Recensione


A breve prenderà il via una nuova serie TV tratta dal libro Tredici di Jay Asher e per questa nuova la Mondadori ha deciso di ripubblicarne il libro in una nuova fantastica edizione. 
In questa tappa troverete la mia recensione di questo libro davvero fantastico!

"Non puoi bloccare il futuro. Non puoi riavvolgere il passato. L'unico modo per scoprire la verità... è premere Play"

Prezzo: € 17,00
E-book: € 6,99
Pagine: 229
Editore: Mondadori
Genere: YA


"Ciao a tutti. Spero per voi che siate pronti, perché sto per raccontarvi la storia della mia vita. O meglio, come mai è finita. E se state ascoltando queste cassette è perché voi siete una delle ragioni. Non vi dirò quale nastro vi chiamerà in causa. Ma non preoccupatevi, se avete ricevuto questo bel pacco regalo, prima o poi il vostro nome salterà fuori... Ve lo prometto." Quando Clay Jensen ascolta il primo dei nastri che qualcuno ha lasciato per lui davanti alla porta di casa non può credere alle sue orecchie. La voce che gli sta parlando appartiene ad Hannah, la ragazza di cui è innamorato dalla prima liceo, la stessa che si è suicidata soltanto un paio di settimane prima. Clay è sconvolto, da un lato non vorrebbe avere nulla a che fare con quei nastri. Hannah è morta, e i suoi segreti dovrebbero essere sepolti con lei. Ma dall'altro, il desiderio di scoprire quale ruolo ha avuto lui nella vicenda è troppo forte. Per tutta la notte, quindi, guidato dalla voce della ragazza, Clay ripercorre gli episodi che hanno segnato la sua vita e determinato, in un drammatico effetto valanga, la scelta di privarsene. Tredici motivi, tredici storie che coinvolgono Clay e alcuni dei suoi compagni di scuola e che, una volta ascoltati, sconvolgeranno per sempre le loro esistenze.

Non è facile parlare di questo libro, non è facile mettere nero su bianco ciò che questo libro mi ha lasciato una volta che sono arrivata all'ultima pagina e l'ho richiuso, riponendo i suoi segreti in libreria. 
Alcuni hanno definito 13 un thriller psicologico, in realtà è un fantastico Young Adult che parla ai ragazzi di problemi di ragazzi e lo fa in maniera originale, mostrando il mondo di Hannah e come ha vissuto quello che le stava capitando, fino al punto in cui non è più riuscita ad accettarlo.
Di solito quando si inizia un nuovo libro serve sempre un pochino di tempo per capire se ci sta piacendo e se ci coinvolge, con 13 questo non avviene, perché bastano pochissime righe per sentire immediatamente la curiosità farsi strada e si finisce così per seguire l'esempio di Clay, il protagonista, diventando dipendenti alle cassette di Hannah, bisognosi di capire sia perché Clay è sulla lista sia cosa è accaduto di tanto grave da spingere Hannah ad un gesto tanto estremo.
Vi basterà leggere la trama per capire che Tredici non è un libro leggero, spensierato e vi assicuro che Jay Asher ci è andato giù pesante, soprattutto con le descrizioni sia degli eventi sia delle emozioni provate da Clay e soprattutto da Hannah.
7 cassette e tredici storie, ognuna legata ai compagni di scuola di Hannah e Clay, ogni storia porta con se il sapore amaro dei pettegolezzi, della cattiveria gratuita e della violenza psicologica e fisica a cui a volte i giovani vengono sottoposti.
Nulla viene celato, non avrete tempo di farvi domande e non avrete mai dubbi su ciò che accade pagina dopo pagina, perché Asher non ha voluto risparmiare nulla al lettore e lo catapulta con forza e brutalità nella vita di Hannah.
Ogni capitolo è legato ad un lato di ogni cassetta e durante la lettura si ha l'impressione di esser tutt'uno con Clay, come se fossimo accanto a lui mentre ascolta i nastri raggiungendo i luoghi indicati sulla mappa fornitagli insieme alle cassette.
Rumors, pettegolezzi, gossip: la cattiveria ha mille nomi, mille maschere e in Tredici ci viene mostrato un mondo fatto di apparenze, dove c'è chi si vuol far bello e finisce per calpestare e ferire una persona innocente, rovinandogli la vita, facendogli perdere la speranza nel futuro, perché da un piccolo pettegolezzo poi ne nascono altri, come una valanga che man mano che scende prende velocità e diventa sempre più grande, inarrestabile e distruttrice.
Tredici fa riflettere dall'inizio alla fine, sul finale poi conferma una volta di più che è una lettura perfetta sia per adolescenti sia per adulti e che tratta temi che potrebbero coinvolgere anche i nostri figli o nipoti.
Asher usa un linguaggio semplice, tipico degli adolescenti e che rende la lettura ancora più scorrevole, il modo di raccontare la storia poi incuriosisce, tanto che spesso quando Clay stoppa l'ascolto viene voglia di premere immediatamente Play. L'originalità di questo libro sta sicuramente nel modo in cui l'autore racconta i fatti e questo fa diventare il lettore morboso, curioso, bisognoso di arrivare alla fine, ma una volta finita anche l'ultima cassetta ritornare alla realtà sarà difficile.
Tredici è un libro che fa venir voglia di leggerlo, che tiene il lettore costantemente in tensione e con il fiato sospeso e che dall'inizio alla fine non lo delude mai: un libro da leggere senza pensarci due volte!
























Di seguito trovate il calendario con tutte le tappe di questo BlogTour






2 commenti:

  1. Più leggevo la recensione e più mi maledicevo per non aver letto questo libro prima.
    Ho commesso il sacrilegio di tenerlo in libreria (l'edizione precedente) senza mai degnarlo di una possibilità. Mi ero persino dimenticata del perchè lo avessi comprato.
    Ora non vedo l'ora di dargli una degna seconda possibilità anche se un po' mi dispiaccio che sia servita una nuova edizione e un telefilm in uscita per farmelo considerare. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita spesso anche a me, l'importante alla fine è trovare tempo e voglia di leggerli :)

      Elimina