giovedì 22 giugno 2017

Novità per l'estate da Milena Edizioni




PER LA TUA ESTATE SCEGLI MILENA EDIZIONI




L’estate è arrivata, ma Milena Edizioni non va in vacanza. Sta per raggiungere le librerie uno dei romanzi più esilaranti della nostra selezione editoriale.

Che Dio me la mandi bona è la firma d’esordio di Valentina Lattanzio. Una storia frizzante e divertente che, attraverso una formula del tutto originale, introduce il lettore in un’avvincente trama dalle corde lesbo. Sono trecento pagine di coinvolgimento assoluto, in cui diversi ingredienti, legati assieme da una caotica ricetta sentimentale, diventano sfondo di riflessione in materia di amori e amicizia. Le storie sono quattro, come quattro sono le amiche che si muovono in questo enorme mixer emotivo; ognuna di esse raccontata dal punto di vista di Chloe. 



Prendete un mixer. Immergeteci dentro un’ipocondriaca commessa di un sexy shop, la cui unica relazione sentimentale degna di nota che possa vantare da un anno è la convivenza coi suoi due adorati felini; una disastrosa e caotica precaria nel lavoro - nonché nella vita in generale - estimatrice di alcool e sigarette, e con una storia d’amore scandita da litigi furiosi e attacchi d’ira funesta; una tenerissima catechista-psicologa-insegnante di cucina per persone della terza età, con una passione sfrenata per la camomilla e le cinquantenni tenebrose; infine, una scalmanata latin lover con tanto di cresta bionda e occhioni blu oltremare, la battuta sempre pronta e una lacrimosa scia di cuori infranti dietro ai suoi passi. Caratteristica comune? Sono tutte irrimediabilmente, inguaribilmente e tragicomicamente attratte dal gentil sesso! Ora premete il bottone, e frullate energicamente il tutto. Fatto? E allora ecco pronto il vostro romanzo: la fusione di quattro forze della natura unite in un’amicizia che va al di sopra di ogni confine dove, fra tante risate e anche qualche lacrima, le nostre eroine troveranno inevitabilmente l’amore, o ci inciamperanno per sbaglio. Ma l’amore con la A maiuscola esiste davvero? E soprattutto, l’amicizia sarà veramente in grado di resistere sopra ogni cosa?


Le protagoniste del libro ti aspettano già su Amazon.
In libreria dal 1° luglio.








Valentina Lattanzio, nata e vive a Roma, conserva l’accento del Friuli, regione che l’ha adottata da bambina. Con il cuore è a Napoli, suo paese d’origine. Lavora nel campo dell’abbigliamento, ma dopo anni di stretto contatto col pubblico sta pensando di aprirsi uno studio psicologico. O di farcisi ricoverare. Ama la kickboxing - anche se alla fine le prende sempre - e i gatti, perché sono un po’ st***zi come lei. Si definisce una persona tragicomica, ma deve ancora capire se in lei prevale la parte tragica o quella comica. Nel dubbio, brinda. Con bollicine ghiacciate ed effervescenti, ovviamente.





"Sono sensibile alla voce come un diapason alle note. Può arrivarmi dritta al cuore passando dal cervello come un arco riflesso. 
Ascoltando l’ospite in cuffia sento affiorare il ricordo… mi scorre veloce nelle vene, come un liquido freddo, e mi rimescola. 
Lui è in realtà uno scrittore che presenta il proprio libro, e io dopo pochi secondi non lo ascolto già più, pongo le mie domande come un automa e non seguo le risposte. Non se ne accorge e mi sorride. Dalla regia mi fannocenno che devo mandare lo stacco musicale, a microfoni spenti ci scambiamo dei convenevoli e il mio sguardo è già altrove.  A fine intervista ho bisogno di far prendere aria al mio ricordo, e non sono già più su questa terra. 
L’estate di venti anni fa, un incontro nella Milano di fine agosto e una voce color caramello.  Avevo ventitré anni e mi ero appena laureata in Lettere antiche, cosa un po’ anacronistica già allora..."





Miriam ha un secondo nome - Francesca - e una seconda vita - Francesco - che conosce a ventitré anni. Si regge in bilico fra gli eventi reali - un matrimonio, i figli, la fine degli studi e il lavoro in radio - e un mondo fatto di sensazioni e sentimenti che non vuole o non sa concretizzare. Tutto è cadenzato dal Tiaso, un appuntamento "che è molto più di un tè" con le amiche di sempre, dove dai tempi del liceo le difficoltà e i piaceri della vita quotidiana si raccontano e si risolvono in un'atmosfera magica e sospesa. Camilla cucina per tutte delizie vegane a base di amore e universale amicizia. Francesco è intensamente altro. Sposato con una donna lontana, è un artista affascinante che sfugge agli schemi e accarezza le corde più profonde di Miriam senza mai dichiararsi davvero. Le loro vite scorrono parallele, a volte intrecciate, a volte distanti, sempre legate da un filo invisibile che non si esaurisce. Il loro è il racconto di ciò che si avverte e non accade, in un bilico di irresistibile incanto e magnifica, spaventosa vertigine.
Al romanzo è aggiunto il quaderno con le ricette di Camilla, in volume separato.




L'alchimia dei sensi


Per un’estate ancora più calda, Milena Edizioni vi propone uno dei testi più bollenti della sua collana erotica. Dopo il lancio in Ebook del 7 giugno scorso, arriva la versone cartacea de L’alchimia dei sensi, pronta per essere sfogliata tra ombrelloni, salsedine e desiderio. Si tratta di un’antologia di dieci racconti, ognuno dei quali fornisce una visione singolare dell’erotismo, estirpando dall’eros tutti i luoghi comuni che lo rendono, talvolta, sinonimo improprio di volgarità. Attraverso le storie a firma di: Lou B. Barris, Cristina Biolcati, Marco del Ciello, Antonio Di Lorenzo, Andrea Gruccia, Federico Lorenzi, Carla Negrini, Chiara O., Michela Salzillo, Marco Vecchi, l’antologia invita l’erotismo a emergere in superfice, creando, attraverso la scrittura un sublime collante fra il lettore e la sua interiorità erotica.



Estirpare il velo di volgarità dalle cose e lasciar respirare sinuoso Eros è una dote preziosa di coloro che, nella loro viva carne, sanno che la scrittura può riportare su un corpo, poco conosciuto nella sua essenza, un raggio di luce calda capace di destare i sensi sopiti del desiderio. Messaggero del sé attraverso la rivelazione fenomenica di una corporeità inquieta, l’erotismo, sommerso dai detriti della trivialità, viene invitato all’emersione in superficie, alla fioritura di nuovi natali. Destato con fascino subliminale, sensuale, l’Eros si avvia quindi a dispiegare la sua forza nei centri energetici del corpo, i quali, sotto l’impulso dell’ispirazione, si aprono lenti e dolci, come ninfee dischiuse, come chakra addormentati che, pulsando energia, generano setoso filo bianco, piacere morbido come petali di loto in danza, gocce di rugiada perlata. Non è un caso che nella narrativa esista il genere erotico e non è altrettanto un caso che, del genere di cui trattasi, vi siano maestri e maestre. Si pensi, a mo’ di esempio, ad Anaïs Nin. In questa raccolta troverete 10 giovani autori che si cimentano con racconti diversi, ma tutti con l’intento di penetrare l’interiorità erotica del lettore.

Nessun commento:

Posta un commento