LE NOSTRE RECENSIONI


[BlogTour] Il karma dell'amore inaspettato di Stefania Serafini: Tappa #5 - Recensione




Buon venerdì ColorLettori,

finiamo la settimana con l'ultima tappa di un BlogTour tutto italiano! In questa tappa troverete la mia recensione!!


Prezzo: € 10,00
E-book: € 2,99
Pagine: 479
Editore: Newton Compton
Data Pubblicazione: 6 Luglio
Genere: New Adult

Trama

Londra, giorni nostri. Juliet ha diciassette anni ed è costretta a trasferirsi nella casa del nuovo compagno della madre, dove vive con il figlio, Alexander, un ragazzo bellissimo e dallo sguardo tormentato. Già dal primo incontro la relazione tra Juliet e Alexander è più complicata del previsto: lui è scontroso, arrogante e offensivo. Nei giorni seguenti le cose peggiorano addirittura, dato che frequentano la sua stessa scuola e Alex non si fa sfuggire occasione per prenderla in giro per i suoi risultati scolastici. Juliet ci rimane male, non capisce il motivo di tanto astio e si sfoga con le amiche, ma non dice niente al fidanzato. I brutti voti in fisica e la paura di una punizione spingono Juliet a cercare di persuadere il professore in modo poco ortodosso, Alex la vede e minaccia di spifferare tutto alla madre. Juliet è furibonda, ma la resa dei conti con quel secchione dagli occhi di ghiaccio è ormai vicina... anzi è già cominciata, ed è una guerra fino all'ultimo respiro...





RECENSIONE


Cover e trama di questo libro non hanno nulla a che fare con la storia che vi troverete una volta iniziato, inoltre nonostante la giovane età dei due protagonisti non è affatto adatto ad un pubblico giovane, probabilmente è perfetto dai 20  ai 25 anni...
Juliet è il primo personaggio che incontriamo ad inizio lettura e per quanto mi riguarda è odiosa e insopportabile, superficiale, sciocca, immatura e piena di se! Con lei è stato odio a prima vista, anche se andando avanti nella lettura vi sono stati momenti in cui ha mostrato un lato diverso e meno superficiale. Alexander è descritto in maniera impeccabile, il suo personaggio è quello meglio caratterizzato e il suo bipolarismo, il suo lato oscuro e la sua mente folle e contorta sono descritti con una tale precisione da mettere i brividi, da riuscire a far entrare il lettore nel personaggio, incuriosendolo e a tratti destabilizzandolo.
Il rapporto tra Juliet e Alexander è strano, malsano, perverso: si cercano e nello stesso tempo si evitano, sono attratti l'uno dall'altra, in un certo modo riescono a trovare conforto l'uno nell'altro, ma nello stesso tempo riescono a tirar fuori il peggio di se, soprattutto Alexander con Juliet da libero sfogo al lato più oscuro e malato della sua personalità.
La Serafini ci sa fare con la penna, i dialoghi che ha creato sono spassosi, Juls e Alex si punzecchiano continuamente, lui ha sempre la battuta pronta e ad ogni provocazione di Juls risponde a tono, senza mai farsi cogliere in fallo e a lei non resta che star zitta, accettare la "sconfitta" e passare oltre... Nella prima parte del libro i toni sono piuttosto soft, impariamo a conoscere meglio i personaggi e ci si appassiona alla storia, ma poi i toni cambiano, Juls non fa che provocare Alex e lui si mostra come è realmente... Da un inizio allegro, delicato e divertente si passa in poco tempo ad un romance più Dark, con scene di sesso piuttosto forti e che contrastano un po' con l'età dei due protagonisti, lasciando il lettore interdetto e nello stesso tempo portandolo a domandarsi fino a che punto l'autrice si sarebbe spinta!
Nonostante il cambio di registro la Serafini è stata capace di non esagerare, di non superare il limite, anche perché i due protagonisti sono molto giovani, Juls è minorenne e di sesso non sa nulla e il portare la sua storia con Alex ad un livello superiore sarebbe risultato una forzatura.
Nella prima parte del libro si ha l'impressione di esser davanti ad un Young Adult romantico, con il classico bad boy, il lettore resta incollato al libro per capire cosa accadrà, ma poi all'improvviso tutto cambia, diventa un New Adult con due ragazzini, che vivono da ragazzini, parlano come dei ragazzini, ma improvvisamente fanno cose che si scontrano con la loro età e la loro realtà.
La storia in se non è male, l'autrice scrive molto bene e il libro si legge velocemente, ma arrivati oltre la metà ci si domanda quale sia il succo, dove voglia arrivare la Serafini, si va avanti ad oltranza, assistendo ad un circolo vizioso tra i due protagonisti, che man mano fa perdere interesse nel lettore e arrivati alla fine ci si domanda se per caso vi è un errore, perchè il racconto sembra improvvisamente tagliato.
Arriverete alla fine con la mente piena di domande su Alexander, che nonostante non sia la voce narrante è sicuramente il vero protagonista, vi domanderete cosa lo ha portato ad essere così, che cosa ha visto due anni prima quando morì la madre e soprattutto se Juliet riuscirà ad aiutarlo...
Se siete tra quelle che hanno amato Christian Grey e le sue 50 sfumature di perversione allora questo è il libro che fa per voi, con un pizzico di romance, tanto dark e una storia che, nonostante tutto, riesce a tenere il lettore incollato al libro













Commenti

  1. Perfettamente d'accordo col tuo giudizio Rory!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh è stata una recensione un po' sofferta :)

      Elimina
  2. Recensione perfetta che coincide con quello che ho pensato anche io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto di leggere la tua recensione allora :)

      Elimina

Posta un commento