domenica 23 luglio 2017

Recensione : L'affare Moreau di Giuliano Fontanella

              
Prezzo: € 15,00 
Pagine: 360
Editore: Robin Edizioni
Genere: Thriller/noir
          

Alla ricerca di un favoloso rubino 

e di un prezioso dipinto di Edward Hopper 

Diego Spada ha la brutta sorpresa di trovare un possibile cliente assassinato nell'anticamera del suo ufficio.
Non volendo essere coinvolto così presto in un nuovo pasticcio con cadavere, tenta dapprima di disinteressarsi totalmente dell'accaduto e lasciare il brutto impiccio nelle mani del commissario Burma e delle forze dell'ordine.
Nel frattempo assume l'incarico di ritrovare uno sconosciuto e mai catalogato dipinto del famoso Edward Hopper, Morning on the sea, rubato dall'abitazione del suo nuovo cliente, il dottor Marzano.
Neppure stavolta ovviamente i guai tardano ad arrivare, perciò presto il caso del quadro scomparso si complica con l'omicidio di una ragazza, e quello del morto nell'ufficio dapprima con la comparsa della bionda Tamara Gould, la conturbante ex moglie della vittima, e poi con la scoperta che il delitto risulta collegato al furto di un prezioso e rarissimo gioiello, il rubino Moreau.
Nel susseguirsi degli avvenimenti Spada troverà comunque il tempo per i bisticci di gelosia di Nora, per un'avventura galante con l'amica Patty, e addirittura per la fulminea soluzione di un caso di doppio messaggio del morente, in una rivisitazione di un classico tema dell'età d'oro del giallo.


In questo secondo romanzo ritroviamo il detective Spada ancora malconcio dalle indagini della " La Ragazza nel fiume" (la recensione potete leggerla qui).
Un cadavere lo attende al suo arrivo al lavoro e non sarà il suo solo ed unico problema.
Il personaggio che abbiamo imparato ad apprezzare qui sembra più stanco e provato, più verosimile e "umano".
Un' intricata trama si snoda man mano che il lettore legge e vicende ,all'apparenza estranee tra loro, finiranno per intrecciarsi in modi del tutto imprevisti.
Ritroviamo la segretaria Dalia che capisce al volo quando qualcosa non va e quando il suo capo è nei guai o sta per crearne; l'amica di sempre Patty che diventerà qualcosa di più complicando ulteriormente la vita già incasinata di Diego ed il commissario Burma che ancora non ha stabilito se il detective gli piace o meno.
I personaggi femminili sono anche qui molto presenti ed importanti come la mamma , di cui leggiamo i biglietti lasciati per avere un minimo di contatto, e i vari flirt del protagonista con esiti più o meno disastrosi.
Il ritmo del racconto è serrato e ben orchestrato, il libro è scorrevole e avvincente. 
Tra dipinti e pietre preziose molti interessi e persone pericolose saranno coinvolti.
La trama è originale e ben sviluppata rivelando un accurato studio di ogni particolare.
L'autore mantiene uno stile pulito e vagamente americano che incontra bene il favore dei lettori appassionati di gialli e thriller.
Non smetterò mai di dire che abbiamo dei notevoli autori italiani di questo genere e che sostenerli è veramente un piacere.
Una lettura piacevolissima per la vostra estate all'insegna di indagini ed omicidi!










Nessun commento:

Posta un commento