LE NOSTRE RECENSIONI


[Review Party] Il gioco bugiardo di Ruth Ware



Come molti di voi ben sapranno personalmente non amo moltissimo i thriller, ma Ruth Ware è un'autrice che ha saputo conquistarmi con il suo libro L'invito e da allora non mi ha mai deluso!
Ne approfitto per dirvi che proprio L'invito diventerà presto un film prodotto da Reese Witherspoon e l'autrice sarà a Milano nei prossimi giorni!



IL GIOCO BUGIARDO

di Ruth Ware

Prezzo: € 17,90 | Ebook: € 9,99  |
Pagine: 420 | Genere: Thriller Psicologico |
Editore:  Corbaccio| Data di pubblicazione:  10 Gennaio

Trama

Il messaggio arriva in piena notte. Solo quattro parole: «Ho bisogno di te». Isa prende con sé la figlia e si precipita a Salten, dove aveva trascorso gli anni del liceo che ancora proiettano le loro ombre su di lei. A scuola Isa e le sue tre migliori amiche giocavano al gioco delle bugie: vinceva chi di loro avesse inventato la storia più assurda rendendola credibile agli occhi degli altri. Ora, dopo diciassette anni, un cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia, facendo emergere un segreto terribile. Un segreto che costringe Isa a confrontarsi con il proprio passato e con le tre donne che non ha più visto ma che non ha mai dimenticato. Non è un incontro sereno: Salten non è un posto sicuro per loro, non dopo quello che hanno fatto. È ora che le quattro amiche affrontino la verità.


  
 


IL MIO PENSIERO SUL LIBRO

Per me Ruth Ware è una garanzia, ogni volta che esce un suo nuovo libro so per certo che mi farà impazzire e che appagherà il mio lato amante di gialli e thriller.
Ogni nuovo libro é una bellissima scoperta, perché ogni libro é differente, mai scontato o banale e riesce a catturare il lettore, rendendolo partecipe nelle "indagini".
Protagoniste de Il gioco bugiardo sono 4 amiche che condividono un segreto da 17 anni, quattro amiche che in gioventù hanno inventato un gioco malato che le portava a mentire su tutto e tutti, senza dare importanza alle conseguenze delle loro tante bugie.
I personaggi sono credibili, realistici, la caratterizzazione psicologica é approfondita, minuziosa e rende facile al lettore entrare in sintonia con loro, comprenderne le dinamiche, ma nonostante ciò fino all'ultimo é difficile capire chi ha commesso cosa.
Dopo qualche capitolo si comprende facilmente che le quattro amiche sono coinvolte in qualcosa di illegale, che potrebbe distruggere le loro vite, ma nonostante ciò il lettore non riesce ad arrivare ad una soluzione, come sempre accade nei libri della Ware tutto sembra chiaro, sotto gli occhi di tutti, ma difficile da raggiungere e si viene continuamente depistati.
Il gioco bugiardo non é un semplice psicothriller, le protagoniste hanno ognuna una vita alle spalle che non é stata facile, qualcosa che le ha portate ad avvicinarsi e a stare insieme, trovano amore, conforto e libertà l'una nell'altra, sono una famiglia e insieme affrontano tutti i problemi: dietro al mistero, alla morte, ai rigiri e alle accuse c'é una trama ben costruita, che coinvolge il lettore, che gli fornisce molte informazioni per avere un quadro ben preciso dei protagonisti, ma senza mai dare troppi indizi, senza mai svelare tutto in modo da poter arrivare verso la fine e restare a bocca aperta.
L'ambientazione é inquietante, la tensione va crescendo pagina dopo pagina e tra momenti adrenalinici e colpi di scena il lettore si perde, si immedesima nei personaggi e sente più volte salire l'ansia.
Il gioco bugiardo ha tutte le caratteristiche del perfetto thriller ed una delle cose che amo di questa autrice é che ad ogni libro mi ricorda i buon vecchi gialli di una volta volta, dove il lettore si perdeva nella storia dei protagonisti, ne scopriva la vita di tutti i giorni e nel frattempo sentiva i brividi lungo la schiena quando il mistero si infittiva.
Ancora una vola la Ware ci regala un psicothriller senza eguali, riuscendo a catturare l'attenzione del lettore senza mai annoiarlo, tenendolo stretto e senza mai lasciarlo andare fino alla fine.
Questo nuovo libro é perfetto sia per gli amanti del genere sia per coloro che non hanno mai letto nulla di simile e che vorrebbero iniziare ad avvicinarsi ai thriller: un libro che consiglio a tutti e che sono convinta vi lascerà senza parole e totalmente soddisfatti.















Commenti