LE NOSTRE RECENSIONI


Recensione: Uno di noi sta mentendo di Karen M. McManus


UNO DI NOI STA MENTENDO

di Karen M. McManus 

Prezzo: € 15,00  | Ebook: € 7,99 |
Pagine: 298 | Genere: Thriller YA  |
Editore: Mondadori | Data di pubblicazione:  6 Marzo

Trama


"Era una bugia che raccontavo perché era più facile della verità. E perché un po' ci credevo. So cosa significa raccontarsi una bugia così tante volte da farla diventare realtà. Ma la verità viene sempre fuori. Prima o poi." Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata "pubblica" nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza. Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio...

  
 


IL MIO PENSIERO SUL LIBRO

Questo libro è geniale, con una storia incredibile e che rasenta la perfezione e che potrebbe veramente parlare del delitto perfetto, ma... ebbene si c'è un ma, perché alla fine il delitto non è poi tanto perfetto e il movente finale lascia un po' l'amaro in bocca!
Ho partecipato alla lettura a tappe organizzata dalla casa editrice e questo in qualche modo ha fatto aumentare moltissimo la mia curiosità e mi ha anche dato la possibilità di fare mille congetture diverse sui possibili assassini.
Uno di noi sta mentendo è uno di quei libri che si fa scoprire piano piano, che porta il lettore a interagire con la storia, divenendo un apprendista detective in cerca della verità e pagina dopo pagina non si rende conto di esser totalmente coinvolto nella storia e con mille e più congetture e troppi dubbi.
La McManus ha creato una storia in cui in un certo senso tutti i vari personaggi sono vittime e carnefici, ognuno di loro ha qualcosa da nascondere e ognuno di loro ha fatto qualcosa che ha ferito Simon, un ragazzo solo che desidera solo inserirsi e avere amici, ma che pur di mettersi in mostra finisce per calpestare tutti. Uno di noi sta mentendo è il giallo/thriller perfetto, in cui riuscire a capire chi e perchè ha ucciso Simone è una vera sfida, ma ha anche tutte le caratteristiche del Young Adult, con dei protagonisti adolescenti che affrontano i problemi tipici della loro età: Cooper è il classico sportivo che tutti adorano; Addy è la ragazza alla moda che sta con uno dei ragazzi più popolari; Bronwyn è la secchiona il cui mondo è perfetto e il futuro pianificato e infine Nate, l'emarginato, il poco di buono, quelli che per tutti è sempre colpevole... Ognuno di loro però non è perfetto, ognuno di loro ha un segreto e ognuno di loro ogni giorno indossa una maschera e alla fine sarà proprio Simon a farle cadere tutte. Sono loro quattro la voce narrante del libro e capitolo dopo capitolo si svelano al lettore, mostrano quello che di solito tengono ben celato a tutti, fan cadere le maschere e abbattono i loro muri, si mettono a nudo svelando tutti i loro segreti.
Il libro è diviso in tre parti e la seconda si conclude con delle informazioni scioccanti, che scateneranno altre domande, altri dubbi e faranno nascere ulteriori sospetti, poi dalla terza parte in poi tutto diventa ancora più interessante e avvincente, cambiano le dinamiche e i 4 ragazzi iniziano a instaurare un'amicizia, imparano anche dai loro errori, iniziano ad accettarsi e a mostrarsi come sono realmente, si fanno scudo l'uno con l'altro e saranno proprio loro alla fine a rimettere insieme tutti i pezzi del puzzle...
Uno di noi sta mentendo si insinuerà nel vostro cuore di lettore ma anche nella vostra testa, lo divorerete e non riuscirete ad impedire al vostro cervello di continuare a pensare a Simon e ai suoi possibili assassini, vi farete domande e la vostra curiosità non farà che crescere insieme alle pagine del libro, ma nello stesso tempo osserverete come dei giovani diciassettenni affrontano i problemi tipici della loro età e finiscono per comprendere che devono imparare ad accettarsi se vogliono che lo facciano anche gli altri.
Il finale vi lascerà completamente senza parole e una volta finito penserete solamente che l'autrice è stata geniale... Ed ora correte a scoprire chi ha ucciso Simon e chi sta mentendo!









Commenti

Posta un commento