lunedì 14 agosto 2017

[Review Party] Odio/Amore di Penelope Ward


Iniziamo la settimana festeggiando l'uscita di un nuovo libro di Penelope Ward!

Prezzo e-Book: € 4,99
Pagine: 236
Editore: Newton Compton
Genere: Romance New Adult
Data Pubblicazione: 14 Agosto

Trama

Condividere una casa per le vacanze con un coinquilino sexy da morire dovrebbe essere un sogno che diventa realtà, giusto? Non se si tratta di Justin... l'unica persona che abbia mai amato... e che ora mi odia. Quando mia nonna è morta e mi ha lasciato metà della casa sull'isola di Aquidneck, c'era una trappola: l'altra metà appartiene al bambino che ha aiutato ad allevare. Lo stesso bambino che si è trasformato nell'adolescente a cui ho spezzato il cuore anni fa. Lo stesso adolescente che ora è un uomo con un corpo mozzafiato e una personalità complicata. Non lo vedevo da anni, e ora ci ritroviamo a convivere perché nessuno dei due è disposto a rinunciare alla casa. La cosa peggiore è che non è da solo. Ho capito presto che c'è una linea sottile tra amore e odio. Ho potuto guardare attraverso quel sorriso arrogante. Il ragazzino che conoscevo è ancora lì sotto. E anche il nostro legame. Proprio ora che non posso averlo, non l'ho mai desiderato di più.



Penelope Ward per me é una garanzia, l'ho scoperta da poco eppure ogni libro che porta la sua firma é per me una lettura piacevole e più che soddisfacente.
Odio/Amore si allontana molto dai libri di questa autrice letti fino ad ora, innanzi tutto non vi sono grossi salti temporali e tutto quello che é accaduto prima viene raccontato da alcuni flashback, la voce narrante é quella di Amelia, la protagonista femminile.
La storia è insolita, poco credibile, ma comunque appassionante e soprattutto molto emozionante: tra Amelia e Justin è accaduto qualcosa 15 anni prima che li ha portati ad allontanarsi, che ha portato Justin a "odiare" Amelia tanto da non voler nemmeno dividere la casa ereditata dalla vecchia nonna. 
Nella prima parte del libro assistiamo all'incontro di Justin e Amelia, tutto ruota intorno a loro due che o si evitano o battibeccano, senza comprendere il perché di tanto rancore: il passato dei due protagonisti non é chiaro, viene raccontato da Amelia attraverso i suoi ricordi, ma si scoprirà la verità solo verso la fine della prima metà del libro e pur essendo un po' tutto irreale si capiranno meglio le scelte dei due protagonisti ed anche la reazione apparentemente eccessiva di Justin.
La seconda metà del libro è un pochino più lenta e meno emozionante, la narrazione riprende quasi un anno dopo dall'ultimo incontro tra i due protagonisti e il loro rapporto prende una piega diversa, Justin subisce un profondo cambiamento, matura e diventa più responsabile.
I personaggi principali son ben delineati, con caratteri precisi il lettore impara a conoscerli pagina dopo pagina, assiste ai loro litigi e ne percepisce la forte attrazione.
La Ward racconta la storia di Justin e Amelia con semplicità, senza mai esagerare e dando spazio ai loro sentimenti, alle loro emozioni e soprattutto a quel rancore che li divora dentro e che li ha portati ad allontanarsi. Non ci sono grandi colpi di scena e il finale é un po' scontato eppure l'autrice riesce comunque a catturare l'attenzione del lettore, lo emoziona e lo fa appassionare alla storia dei due protagonisti.
Odio/Amore é una lettura leggera, senza grandi pretese, scorrevole e coinvolgente, la storia dei due protagonisti incuriosisce il lettore, portandolo a non staccare mai gli occhi dal libro.
Se state cercando una storia d'amore dolce, con il giusto pizzico di sensualità e pochissime di sesso e sempre mai esagerate allora dovete assolutamente leggere Odio/Amore, che é senza ombra di dubbio una lettura perfetta per questa calda estate.








venerdì 11 agosto 2017

Recensione: Bad Love di Jay Crownover


Prezzo: € 9,90
E-book: € 4,99
Pagine: 416
Editore: Newton Compton
Genere: Romantic Suspense - New Adult

Dopo cinque anni di galera Bax é finalmente libero, ma appena torna nel suo quartiere scopre che il suo migliore amico é scomparso e che la malavita di The Point cerca sua sorella Dovie, di cui Bax non sapeva nulla. Bax deve ritrovare il suo migliore amico, capire perché é sparito e proteggere Dovie senza farsi coinvolgere da lei...


Bad Love si discosta un po' dal solito genere a cui ci abituato Jay Crownover, la storia é incentrata maggiormente su Bax e la scomparsa del suo amico Race, la loro vita illegale e i problemi con la malavita locale e non manca naturalmente la storia d'amore.
In questa nuova serie la Crownover da vita ad una storia dalle forti tinte dark, dove la violenza la fa da padrona e dove il bad boy protagonista é veramente un cattivo di quelli che mettono paura solo con lo sguardo, non é semplicemente un ragazzo tatuato cresciuto in un brutto quartiere é un vero delinquente, di quelli che la malavita ce l'hanno nel sangue e che hanno bisogno dell'eccitazione che nasce dal fare qualcosa di pericoloso.
Tra complotti, ricatti, piani ben costruiti per incastrare il cattivo e liberarsi della sua morsa, pistole, violenza e affetti  il lettore si ritrova immerso in una storia molto realistica, che parla di un mondo spesso sconosciuto: l'autrice porta il lettore nel cuore di The Point e lo fa curando ogni particolare, senza tralasciare nulla e rendendo tutto vero e soprattutto spaventoso. Anche la storia tra Bax e Dovie non é propriamente "rosa": Dovie é una brava ragazza, ma é comunque cresciuta a The Point e come Bax é  abituata al lato piú oscuro di quel quartiere, se ne tiene alla larga, ma ne fa comunque parte. 
Pagina dopo pagina osserviamo Bax cambiare, maturare, diventare piú responsabile nei confronti delle persone che lo amano e che ama e, pur rimanendo un temibile Bad Boy, grazie a Dovie riesve a far entrare un po' di luce nella sua vita.
I personaggi della Crownover sono veri,  imperfetti e pur subendo un cambiamento durante la lettura restano peró se stessi, non hanno un cambiamento radicale, semplicemente smussano un po' gli angoli, si danno una leggera "ripulita", ma all fine restano se stessi con pregi e difetti e senza troppe illusioni.
Purtroppo pur essendo una storia davvero avvincente, piena di colpi di scena e momenti carichi di adrenalina e mistero ho faticato molto ad arrivare alla fine, ho trovato la lettura un po' lenta e non sono riuscita ad entrare in sintonia con i protagonisti e con le loro vite, verso la fine la storia si movimenta un po' e la curiosità di scoprire cosa sia successo a Race e quali fossero le sue intenzioni quando ha deciso di sparire aumenta, facendo si che il lettore divori gli ultimi capitoli.
Alla Crownover va il merito di aver creato una storia dalle forti tinte dark con sfumature rosa, con scene di sesso un po' forti, ma anche molto dolci, non ha esagerato assolutamente con i racconti legati alla malavita, limitando il tutto a qualche scazzottata, varie minacce e qualche sparatoria, ha reso reali personaggi e ambientazioni e nell'insieme Bad Love ha sicuramente un forte impatto emotivo sul lettore, che per tutta la lettura percepisce come un alone nero e soffocante che imprigiona i personaggi.
Se state cercando una storia in cui amore, paura, rabbia, dolore e suspense sono i protagonisti principali allora dovete assolutamente leggere Bad Love, io nel frattempo vad a scoprire la storia di Race in Big love...













lunedì 7 agosto 2017

Recensione: (Non) Ti voglio di Christina Lauren



Prezzo: € 9,90
E-book: € 0,99
Pagine: 252
Editore: Leggereditore
Genere: Romance New Adult

Carter e Evie si incontrano ad una festa in maschera: sono gli unici single presenti e casualmente sono vestiti entrambi come due personaggi di Harry Potter! Tra loro scatta subito qualcosa e passano insieme la notte più bella della loro vita, ma purtroppo la mattina dopo scoprono che le loro aziende si sono fuse e che loro due sono in competizione per l'unico posto da agente disponibile e questo li porta ad iniziare una gara estenuante a suon di scherzi e colpi bassi. L'attrazione che provano l'uno per l'altro però non si spegne e questo renderà il tutto più difficile...

In queste settimane sto leggendo solo libri bellissimi, che mi appassionano molto e che hanno protagonisti che rubano il cuore e (Non) Ti voglio rientra tra questi libri!
Tra Evie e Carter accade tutto velocemente, il lettore non ha nemmeno il tempo di pensare quanto siano carini insieme che già i due bruciano tute le tappe, togliendo il piacere del corteggiamento, i battibecchi e i tira e molla, ma in realtà la loro storia finisce tanto velocemente quanto è iniziata, dando il via a situazioni esilaranti.
Sono tantissimi i punti di forza di (Non) Ti voglio, innanzi tutto é un libro con una storia diversa, le scene di sesso sono inesistenti e sono poca roba rispetto a quello a cui ci hanno abituate ultimamente i New Adult, non vi sono drammi o isterismi, i due protagonisti non si piangono addosso, sono combattivi e competitivi e difendono il proprio territorio con i denti e lo fanno con scherzi simpatici e divertenti. Certo Evie talvolta puó risultare un pochetto antipatica per come si pone, ha l'aria supponente, ma con calma analizza ogni sua azione e comprende i suoi errori e vi pone rimedio. Carter invece é adorabile, lo si ama da subito ed  é divertente leggere i capitoli che lo riguardano, con i suoi dubbi amletici, il suo animo diviso tra Evie e la carriera, anche se alla fine farà la scelta giusta, quella che per tutto il libro ci si aspetta da lui!
Christina Lauren hanno dato vita a dei protagonisti completi, reali, moderni, a cui si affiancano personaggi secondari di tutto rispetto, con una storia ben delineata, non solo delle semplici comparse e che mostrano al lettore un mondo sconosciuto ovvero quello delle Agenzie per le star e lo descrivono con cura, sfatando un po' quell'idea romantica legata al mondo delle celebritá.
Con un ritmo incalzante e una storia mai noiosa Christina Lauren regalano un libro piacevole, che scorre veloce e che tra risate e tanta ironia accompagna il lettore verso la fine, senza mai annoiarlo e donandogli pagina dopo pagina momenti di puro piacere!
(Non) Ti voglio é la lettura perfetta per la vostra estate, vi regalerà relax, romanticismo e tanto divertimento!









venerdì 4 agosto 2017

[Review Party] La partita vincente di Kristen Callihan



Buon venerdì ColorLettori, 

concludiamo la settimana con un libro che sono davvero felice di aver letto e che mi ha rubato una bella fetta di cuore...



Prezzo: € 13,90
E-book: € 5,99
Pagine: 471
Editore: Always Publishing
Genere: Sport Romance New Adult


Anna Jones è determinata a finire il college per scrollarsi di dosso le insicurezze dell'adolescenza e riuscire, finalmente, a trovare la sua strada nella vita. Nessuna distrazione, tanto impegno e un solo proposito: tenere alla larga il quarterback superstar del college che continua a lanciarle sguardi infuocati a la attrae disperatamente. Drew Baylor ha un luminoso futuro davanti a sé: quarterback di talento per un college prestigioso, è pronto al grande salto verso l'NFL. La notorietà, dentro e fuori dal campus, è parte di lui, anche se l'affascinante QB non sembra darci troppo peso. Ma non avrebbe mai pensato di incontrare, o peggio, di perdere la testa, per l'unica persona che sembra infastidita e intollerante alla sua fama. Una stella del football come Drew Baylor certamente sa come vincere una partita, ma riuscirà, a colpi di incontri bollenti, tanta dolcezza e perseveranza, a segnare il punto della vittoria nel cuore della sua irriverente Jones?






RECENSIONE



Questa estate 2017 si sta prospettando come una delle migliori in fatto di letture e La partita vincente ha contribuito a regalarmi una lettura fantastica ed emozionante.
I due protagonisti hanno tra i 21 e i 23 anni, sono all'ultimo anno di college e pur non ammettendolo subito sono vittime entrambi di un colpo di fulmine.
La storia é narrata da Drew e Anna, in questo modo il lettore vive la relazione tra i due a 360 gradi e scopre in maniera completa i due protagonisti: Anna é una ragazza fragile, che per anni é stata la ragazzina invisibile della scuola, quella un po' rotondetta che finisce per essere al centro di battutine e prese in giro e questo ha minato la sua autostima, portandola a credere di non essere abbastanza e rendendola cinica e distaccata. Drew invece é sicuro, determinato, non si fa abbattere e cerca sempre di migliorarsi, ma é anche il fidanzato perfetto così dolce, comprensivo e disposto ad aspettare che Anna capisca quanto vale pur di poter stare assieme a lei... Anna probabilmente vi irriterà spesso con i suoi atteggiamenti autodistruttivi, mentre Drew vi farà sognare e tirerà fuori la ragazzina che c'é in voi, facendovi innamorare e sospirare!
Poche pagine e la storia parte subito alla grande, con i due protagonisti confusi e storditi dal loro primo incontro, incapaci di pensare ad altro tanto che non appena si ritrovano soli danno libero sfogo alla loro attrazione e la lettura si fa subito bollente.
All'inizio tra i due sembra ci sia solo una storia di sesso, ma andando avanti il lettore osserva i due protagonisti trasformare la loro relazione in qualcosa di più, in cui il sesso gioca un ruolo dominante, ma non mancano i sentimenti e le emozioni forti, quelle che fanno battere il cuore all'impazzata e fanno nascere le farfalle nello stomaco.
Kristen Callihan ha creato due personaggi perfetti, che si completano e li descrive al lettore con cura, senza tralasciare nulla, mostrandone ogni sfaccettatura, raccontando non solo il presente insieme, ma anche il loro passato, cosa li ha segnati e cosa li ha portati ad essere ciò che sono ora.
La storia di Drew e Anna é come le montagne russe: un sali e scendi di emozioni, momenti con picchi altissimi di erotismo, cadute libere nella disperazione e nella rabbia quando le cose si fanno più importanti e corse da levare il fiato quando un momento drammatico segnerà la loro vita, un florilegio di emozioni che scuotono il lettore, che lo appassionano e lo spronano ad andare avanti, a fare le ore piccole pur di averne ancora, come un drogato a cui non basta mai...
Kristen Callihan ha creato una storia originale, con tutti gli ingredienti giusti per surriscaldare gli animi, con la giusta dose di romanticismo e dramma che rendono il tutto equilibrato, mai eccessivo e soprattutto mai monotono e noioso. 
La partita vincente é il primo libro di una nuova casa editrice, la Always Publishing, che con questo libro entra nel teatro editoriale italiano con il botto e che avrà sempre la mia totale riconoscenza per aver regalato a noi lettori questa storia emozionante e dolcissima.
Vi consiglio caldamente questo libro, sono sicura che soddisferà le vostre aspettative e vi regalerà una delle letture più emozionanti di questa calda estate!








giovedì 3 agosto 2017

Recensione: Bastardo fino in fondo di Vi Keeland e Penelope Ward


Prezzo: € 9,90
E-book: € 5,99
Pagine: 282
Editore: Newton Compton
Genere: Romance New Adult

Aubrey è in viaggio verso la sua nuova vita e in un'area di servizio incontra l'affascinante e sexy australiano Chance, che l'aiuta a cambiare una ruota e le chiede un passaggio fino in California, poiché la sua moto si è rotta. Durante il viaggio Aubrey e Chance imparano a conoscersi e l'attrazione tra loro è fortissima e dopo una notte di passione Chance sparisce senza lasciare traccia di se o un biglietto d'addio. Aubrey ha il cuore a pezzi, fatica a riprendersi, ma la sua nuova vita l'aiuta a dimenticare l'uomo che le ha rubato il cuore... Dopo due anni Chance ricompare improvvisamente e vuole spiegare ad Aubrey perchè è sparito senza lasciare traccia e riallacciare i rapporti con lei, ma Aubrey apparentemente ha voltato pagina e non sarà facile riconquistarla...

Ho scoperto queste due autrici solo ultimamente e ho amato molto sia Non avrai segreti di Penelope Ward sia Bossman di Vi Keeland ed ero molto curiosa di scoprirle come coautrici dello stesso libro e posso dirvi che sono fantastiche!
Nella prima metà del libro è Aubrey la vera protagonista, la voce narrante che porta il lettore in viaggio con lei e Chance e che da libero sfogo ai suoi pensieri e alle sue emozioni. Chance fin dalle prime pagine conquista il lettore: è simpatico, dalla battuta pronta, ma anche dolce e terribilmente affascinante, ha quel qualcosa che fa diventare le ginocchia di gelatina e che fa battere forte il cuore... Aubrey è ironica, dalla battuta pronta e nonostante la sua vita abbia preso una strada inaspettata non é per nulla spaventata, non si piange addosso anzi é determinata ad andare avanti e affermarsi nel suo lavoro. Bastano poche battute a inizio libro e subito si viene rapiti dai due protagonisti, dalle loro battute pungenti e cariche di ironia e doppi sensi, poche pagine e ci si dimentica il mondo esterno ritrovandosi totalmente immersi nell'avventura che porterà Aubrey e Chance ad innamorarsi l'uno dell'altro.
Nella seconda metà del libro la voce narrante é quella di Chance, il lettore finisce dritto nella testa del bellissimo australiano, scopre cosa lo ha portato a rovinare tutto e perché é sparito all'improvviso senza lasciare traccia. Adoro i libri con il punto di vista di entrambi i protagonisti, di solito si alternano, ma in questo caso le due autrici hanno deciso di dividere in prima e seconda parte il libro e questo per me é uno dei punti forti di questo fantqsctico libro, poiché viene dato molto spazio al protagonista maschile, permettendo al lettore di conoscerlo in maniera completa e comprendendo al meglio ciò che prova, sente o pensa.
Pur essendo un New Adult le scene di sesso sono davvero poche, le due autrici danno maggiore importanza alla storia d'amore e ai sentimenti dei due protagonisti, puntano i riflettori su Chance e su come decide di riconquistare Aubrey e creano scene divertentissime che portano il lettore a ridere fino alle lacrime.
Bastardo fino in fondo é un libro completo, in cui ironia, sensualità, erotismo, amore e risate si mischiano e danno vita ad una storia che mozza il fiato, in cui vengono toccate anche alcune tematiche importanti, attuali e tutto ciò senza mai annoiare: la storia é ben costruita, non é per nulla banale, i due protagonisti sono ben caratterizzati, entrambi descritti con cura e non si nota per nulla che é stato scritto a quattro mani, la narrazione é infatti fluida ed omogenea e tutto il libro porta la firma di queste due fantastiche autrici.
Il lettore viene totalmente rapito dalla storia fin dalle prime pagine e fa fatica a metter da parte il libro, l'attenzione è sempre molto alta, difficile distrarsi perché la curiosità prende il sopravvento, vi ritroverete totalmente coinvolti dalla storia di Aubrey e Chance e senza rendervene conto arriverete alla fine e solo allora tornerete a respirare, ma nello stesso tempo sentirete terribilmente il vuoto lasciato da Chance.
Bastardo fino in fondo é la lettura perfetta per sognare ad occhi aperti, vi procurerà piacevoli brividi di emozione e vi regalerà tantissime risate grazie alla pecora svenevole... Quindi se siete in cerca del libro perfetto per l'estate correte a comprarlo e preparatevi ad una grande fantastica lettura!





Novità [Graphic Novel]: Diario di un fantasma di Nicolas de Crécy

Buongiorno Lettori Meravigliosi! :)
In questo rovente giovedì di Agosto torno sul blog per un piccolo consiglio per la vostra estate targato, ancora una volta, Eris Edizioni. Una delle ultime pubblicazioni della Casa Editrice porta nuovamente il nome di Nicolas de Crécy, uno degli autori di fumetti più intensi con cui io abbia mai avuto a che fare, e credetemi, è un'opera che non potete farvi scappare.


Diario di un fantasma di Nicolas de Crécy

Una delle più intense riflessioni a fumetti sul disegno e sul processo creativo: Diario di un fantasma, l’opera più autobiografica e introspettiva di Nicolas de Crécy.


Pagine: 224 / Brossurato / Prezzo: € 18,00 / Bicromia / Collana: Kina - Fumetto / data di pubblicazione: 12 Giugno 2017

Dopo Il celestiale bibendum (vincitore del premio Attilio Micheluzzi al Comicon 2016 come Miglior Fumetto Straniero) e La Repubblica del catch (tra i titoli della selezione ufficiale di Angoulême 2016), Eris edizioni è lieta di presentare al pubblico italiano un’altra straordinaria creazione di questo grande maestro del fumetto francese che segna una nuova tappa nel viaggio alla scoperta del suo genio visionario. 
Pubblicato in Francia nel 2007 per Futurpolis (e ovviamente entrato nella selezione ufficiale di Angoulême 2008), Diario di un fantasma è il suo graphic novel più autobiografico, in cui indaga il suo rapporto con il disegno. Per svincolarsi dal racconto autobiografico tout court, molto di moda all’epoca dell’uscita del libro, de Crécy sceglie la fiction e trasforma se stesso in uno dei personaggi della storia. 
Diario di un fantasma racconta infatti le vicende di un disegno pubblicitario, un bozzetto in divenire senza una forma definita che, accompagnato per le strade del Giappone da un manager che lo vorebbe celebrità del marketing, tenta di perfezionarsi ispirandosi alle star e agli idoli pubblicitari che regnano ovunque nel paese. Convinto di aver assimilato quanto basta per compiere notevoli progressi, incontra sul volo di ritorno verso la Francia proprio Nicolas de Crécy. Il fumettista lo induce a rappresentare un suo viaggio in Brasile per poi inoltrarsi in una dimensione sempre meno fisica: quella del processo creativo, delle difficoltà di conciliare un lavoro su commissione e la voglia di esplorare e portare la proprio arte sempre un po’ più in là. 
Al centro della narrazione c’è il disegno, il rapporto con la rappresentazione del reale, lo statuto e il ruolo dell’immagine nella nostra società e il lavoro dell’artista, in un mix di elementi e di culture diverse che tanto hanno toccato de Crécy e che rappresentano in gran parte l’universo creativo da cui prendono vita tutti i suoi lavori: dalla Francia, sua patria natale in cui ha studiato e si è formato, alla sua esperienza con il Giappone, al rapporto che si può avere con il disegno in paesi così diversi come il Brasile. 
Presentato in anteprima a Napoli Comicon 2017 in occasione della presenza di Nicolas de Crécy stesso (per la prima volta presente in Italia a un festival di fumetto), Diario di un fantasma è un’opera imprescindibile per chi ama l’arte, non solo quella a fumetti.

«Come racconto nel libro, esso nasce dalla voglia di raccontare la mia esperienza con il disegno e di girarlo in fiction e parlare di me usandomi come personaggio. La moda dell’autobiografia era molto viva all’epoca e io volevo deviare da questa tendenza: parlare quindi di me, ma attraverso la finzione. È stata importante anche l’esperienza che ho avuto in Brasile, dove dovevo fare un reportage disegnato ma non riuscivo a farlo: avevo un problema di rappresentazione del reale e questo mi pareva interessante…»

ABSTRACT
È difficile essere un bozzetto in divenire di un disegno pubblicitario e passeggiare per le strade di un paese straniero, il Giappone, in un viaggio per scoprire i propri Dei del marketing e della pubblicità in grado di fidelizzare a vita un cliente. È semplicemente questo lo strano essere di cui il lettore segue le avventure, una massa informe alla ricerca della grafica più adatta al suo scopo, accompagnato da un manager cafone, severo e senza cuore, tra sogni metafisici e fantasmi sconosciuti. Ma il suo viaggio prenderà una piega inaspettata: incontrerà Nicolas de Crécy stesso. E allora un cambio di scenario: il Brasile per poi inoltrarsi in una dimensione sempre meno fisica, quella della creazione artistica, con le difficoltà di un lavoro su commissione e la voglia di esplorare e portare la propria arte sempre un po’ più in là, in un universo visionario dove non ci sono regole, l’universo stesso da cui prendono vita tutti i lavori di questo grande maestro.

AUTORE
Nicolas de Crécy, è uno dei maestri più visionari del fumetto francese. Nato nel 1966, studia e si forma a livello artistico ad Angoulême. Il suo stile è inconfondibile sin dai suoi primissimi lavori, all’inizio degli anni ’90, molto innovativo sul piano grafico. La sua esplorazione delle diverse tecniche artistiche e la capacità di mescolare i più disparati registri narrativi lo rendono uno degli autori imprescindibili del fumetto contemporaneo, pluripremiato e amatissimo da pubblico e critica non solo in Europa, ma anche negli Stati Uniti e in Giappone. Opera dopo opera, de Crécy ha creato un universo unico e coerente, uno degli immaginari più originali apparsi negli ultimi venticinque anni sulla scena del fumetto francese. Nel 2015 Eris edizioni ha pubblicato Il celestiale bibendum (vincitore del premio Attilio Micheluzzi come Miglior Fumetto Estero al Napoli Comicon 2016) e nel 2016 La Repubblica del catch. Diario di un fantasma, uscito originariamente in Francia nel 2007, è una delle sue opere più autobiografiche.

martedì 1 agosto 2017

[BlogTour] Forever: E' una bugie ma ti amo: le bugie più divertenti in amore


Buon inizio Agosto ColorLettori,

come ogni estate anche quest'anno sono usciti alcuni interessanti e-Book per la collana Forever ed oggi vi parlerò di Bugie in amore! Intanto vi presento il libro da cui mi sono ispirata e di cui trovate la recensione QUI


E-book: € 3,99
Pagine: 238
Genere: Romance

Wendy ha trent'anni, un lavoro che le piace moltissimo (a parte il suo capo), una famiglia allargata e un po' scombinata che adora, un ex fidanzato inutile da dimenticare e un piccolo problema con la realtà. Non è che non veda ciò che ha davanti agli occhi, o che non abbia delle opinioni ben precise sulle cose: è solo che trova tanto più facile dire una bugia, più o meno innocente, soprattutto se serve a far sentire meglio chi le sta intorno. Oppure a proteggere se stessa dalle verità troppo dolorose da affrontare... Ma quando Wendy conosce Libero, l'affascinante proprietario del ristorante sotto casa sua, tutto cambia. Perchè lui non è come gli altri: si accorge subito del modo in cui lei trasforma e "aggiusta" la realtà e ne rimane profondamente deluso. Libero non cerca una donna che lo assecondi, che finga, che rinunci a essere se stessa pur di accontentarlo. Cerca qualcuno di autentico e sincero, da amare veramente. E così Wendy, per amore, inizia a comportarsi in modo diverso, a mettersi in gioco, a esporsi, correndo il rischio di dire la cosa sbagliata e di non piacere. O forse, per una volta, di piacere davvero.




Una delle bugie più divertenti dette per amore è sicuramente quella del film Il matrimonio del mio migliore amico e subito viene in mente il pranzo in famiglia...



In ricatto d'amore la protagonista annuncia il suo matrimonio con il suo assistente per poter avere il visto





Nel libro In verità è meglio mentire la protagonista si finge una ragazza un po' svampitella perchè con gli anni si è resa conto che il suo essere troppo intelligente allontanava tutti i possibili fidanzati e metteva in difficoltà le persone. Le sue bugie daranno vita a situazioni imbarazzanti ma anche divertentissime












Altro film divertentissimo basato sulle bugie è Come farsi lasciare in 10 giorni!



In Notthing Hill Huge Grant si finge un giornalista del magazine Cavalli e Segugi e intervista Julia Roberts senza sapere di cosa parlano i film di cui è protagonista